Il workshop Manni Group – PIUARCH sui i materiali costruttivi del metodo offsite: la soluzione del futuro che asseconda libertà espressiva, antisismica e circular economy

Creatività e ispirazione hanno guidato l’evento formativo che Manni Group ha dedicato agli architetti e agli ingegneri dello studio PIUARCH, nel cuore del quartiere Brera di Milano, indagando le possibilità che la costruzione a secco offre al panorama immobiliare italiano ed internazionale.

Formazione 4 ottobre 2019 – PIUARCH, Milano

Uno scambio di idee ed informazioni che ha coinvolto i professionisti dello studio PIUARCH, fondato nel 1996 nel cuore di Milano e oggi punto di riferimento per il mondo dell’architettura a livello internazionale. Una sede esclusiva per parlare di acciaio, libertà espressiva e sostenibilità, tre aspetti che trovano il loro punto d’incontro nella costruzione a secco, definita “la soluzione del futuro” perché caratterizzata da velocità di realizzazione, sicurezza di cantiere e utilizzo di materiali altamente sostenibili, come lo stesso acciaio, riciclabile infinite volte.

Acciaio, libertà espressiva e sostenibilità, tre aspetti che trovano il loro punto d’incontro nella costruzione a secco, definita “la soluzione del futuro”

Durante il workshop è stato il team di esperti di Manni Group a sviluppare il contenuto del programma formativo, patrocinato dall’Ordine degli Architetti e all’Ordine degli Ingegneri di Milano, per aggiornare sia su tecnologie e sistemi che il mercato offre per le costruzioni a secco e off-site, che sulle certificazioni ambientali per gli edifici.

Il via al programma con “La scelta strategica del metodo off-site” per discutere come e quando scegliere questa tecnica costruttiva, il contributo alla sostenibilità e i vantaggi che porta sia in fase di cantiere che in tutta la vita dell’edificio con l’ingegnere Benasciutti, Amministratore Delegato di Manni Green Tech ed esperto di grandi costruzioni in acciaio, come la Fiera di Milano Rho dell’architetto Fuksas e il nuovo Headquarter di Prysmian Group dell’architetto Varratta.

Quanto valore porta un edificio sostenibile certificato? Per rispondere a questa domanda ci siamo rivolti a Laura Pighi, GREENMAP Program Officer di Habitech – Distretto Tecnologico Trentino. L’intervento ha portato in luce il ruolo dell’industria nella contribuzione ai requisiti di sostenibilità degli investimenti. Attraverso le azioni di posizionamento sugli indicatori di riferimento, quali i sistemi internazionali LEED o BREEAM in merito ai quali si rilevano significativi indicatori di valore e premialità sul mercato, i comparti manufatturieri compiono scelte strategiche di sviluppo.

La sostenibilità connette strumenti e valori.

Carlo Battisti, European Executive Director ILFI – International Living Future Institute ha dedicato la sessione a Living Product Challenge e alla Declare Label, la nuova etichetta per i materiali edili che attesta l’assenza di ingredienti nocivi nei prodotti, aspetto pioneristico a livello internazionale; è stato così possibile assegnare un credito formativo valido per la qualifica LFA agli architetti di PIUARCH, primo studio di architettura in Europa ad essere accreditato da ILFI.

Un appuntamento intenso concluso dall’architetto Cesare Arvetti di Isopan con una panoramica sulle facciate ventilate, finitura di design che attribuisce carattere agli edifici oltre ad efficientamento energetico ed isolamento termico.

By |Commenti disabilitati su Il workshop Manni Group – PIUARCH sui i materiali costruttivi del metodo offsite: la soluzione del futuro che asseconda libertà espressiva, antisismica e circular economy