Human Proportions: la tecnologia Manni Green Tech al servizio del design di Fuorisalone

“Proporzioni umane: usando strumenti dell’architettura si può essere sostenibili, infatti i volumi con le giuste proporzioni, ovvero quelle che partono dall’uomo, sono ottimizzati e così sono anche sostenibili. Tutti i grandi architetti del passato partono dalle proporzioni, e come Da Vinci insegna partono dall’uomo. Misure giuste = capacità di mettere insieme le giuste quantità di materiale”

– Massimo Iosa Ghini

Fuorisalone human spaces manni green tech iosa ghini
Un percorso che modifica e amplifica lo spazio, interpretandone profondità, dinamismo e proporzioni architettoniche nel rapporto con la figura umana: l’installazione di Massimo losa Ghini è un volume trapezoidale che sintetizza un itinerario prospettico con una entrata più ampia rispetto alla parte finale. La struttura assume come riferimento il corpo umano e crea l’effetto iniziale del non-finito, legato al tempo, alla distanza e alla volonta di raggiungere l’inarrivabile.
Termina con la consapevolezza dell’idea, sviluppata dal Palladio nel Teatro Olimpico di Vicenza, di proporzione geometrica inversa rispetto al punto di partenza. Un sistema di luci definisce il luogo ospitante e stabilisce un rapporto tra l’uomo e l’ambiente. Una sagoma in 3D alta circa 70 cm, posta nella parte terminale dell’installazione, funge da paradigma percettivo.

LOGISTICA & PROGETTAZIONE

La location d’eccellenza in cui viene presentato il progetto “Human Proportions” cela delle criticita logistico costruttive: il Cortile d’Onore dell’Università Statale di Milano, rinomato sito storico del capoluogo lombardo, non permetteva la perforazione della pavimentazione al fine di ancorare la struttura. Grazie al processo di ingegnerizzazione svolto dal team di Manni Green Tech e stata possibile la realizzazione di una struttura autoportante che è lo scheletro dell’installazione “Human Proportions”.

STRUTTURA & ASSEMBLAGGIO

Nonostante la struttura raggiunga un peso di oltre 6000kg il suo assemblaggio ha impiegato solo due giorni lavorativi in loco. Questo si e reso possibile grazie all’applicazione delle tecnologie di Manni Green Tech: I’impiego di profili in acciaio leggero e il preassemblaggio degli elementi strutturali nello stabilimento produttivo ha ridotto sensibilmente le ore di lavoro nel Cortile d’Onore.

I NUMERI DEL PROGETTO

Università degli Studi di Milano

10 x 4 x h 6m.

6300kg

630m di profili CFS

336 pezzi
3110 rivetti, bulloni, viti

Progettazione strutture | 7gg
Produzione | 6gg
Montaggio | 2gg

Interni Magazine human spaces
By |Commenti disabilitati su Human Proportions: la tecnologia Manni Green Tech al servizio del design di Fuorisalone